Softeco presenta IMOVE alla Future Mobility Week

Consolidare un importante vantaggio competitivo e sviluppare ulteriormente la capacità di offerta nell’ambito delle tecnologie ICT e delle soluzioni as-a-service per la mobilità sostenibile. E’ questo l’obiettivo di Softeco, digital company del Gruppo TerniEnergia, alla guida del progetto di ricerca IMOVE (Unlocking Large-Scale Access to Combined Mobility through a European MaaS Network), co-finanziato nell’ambito del programma comunitario Horizon 2020 e finalizzato alla sperimentazione e validazione del modello Mobility-as-a-Service (Maas), tramite la realizzazione di progetti pilota in diverse città e regioni Europee.

Softeco ricopre, infatti, il ruolo di coordinatore di un consorzio di 14 partner provenienti da 8 paesi Europei, tra cui primari enti di ricerca, le città di Berlino, Goteborg, Manchester e Torino, UITP, l’Associazione Internazionale delle Autorità e degli Operatori del Trasporto Pubblico.

L’iniziativa progettuale è stata presentata nell’ambito di “Future Mobility Week, in programma a Torino il 3 e 4 ottobre, durante l’evento leader in Italia, per raccontare la mobilità del futuro, in continua evoluzione, e mettere in contatto tutti gli operatori della filiera, coinvolgendo il pubblico più attento al settore.

Oltre alla conferma delle qualità di leading player europeo per la ricerca e innovazione nel settore della mobilità sostenibile, Softeco, grazie ad IMOVE, potrà imporre una propria presenza nel Mobility-as-a-Service (MaaS), che rappresenta un modello emergente di erogazione di servizi per una mobilità smart, personalizzata e sostenibile, nell’ambito del quale l’offerta di trasporto per il cittadino integra diversi operatori e fornitori di servizio, servizi pubblici e privati, collettivi e individuali, modalità sostenibili quali la mobilità condivisa e la mobilità elettrica. Il servizio viene offerto nella forma di “package di mobilità” personalizzati e adattati alle necessità di spostamento, fruibili secondo modelli diversi – dall’abbonamento flat, al carnet di servizi, al pay-per-use – in funzione delle esigenze e degli interessi degli utenti. Il progetto IMOVE si colloca in un segmento di mercato nel quale l’azienda vanta già un’articolata proposizione di soluzioni ed un’area di crescente interesse per gli operatori della mobilità e le amministrazioni impegnate nello sviluppo di soluzioni per la smart city.

Il progetto ha un costo complessivo di circa 3,7 milioni di Euro interamente finanziati dall’Unione Europea. Il finanziamento concesso dall’UE a Softeco è pari a Euro 0,9 milioni.

2018-10-04T07:56:40+00:003.10.18|Smart Mobility|