Portare le soluzioni e le competenze del nostro Gruppo all’interno di una piattaforma di convergenza per l’applicazione delle tecnologie abilitanti di Industria 4.0 (IoT, blockchain, big data) nell’ambito della sicurezza (security, safety e cyber security). È questo l’obiettivo strategico con il quale Softeco entra a far parte dell’Associazione che costituisce il Competence Center di Genova Sicurezza e ottimizzazione delle infrastrutture strategiche 4.0″ – START 4.0.

Tecnologie abilitanti per la sicurezza

Il Centro consolida e valorizza numerose collaborazioni presenti sul territorio ligure nei settori di riferimento e vede la partecipazione di oltre 50 soggetti, tra imprese, organismi di ricerca ed istituzioni. I settori di riferimento di Start 4.0 sono energia, trasporti, settore idrico, digitalizzazione del sistema produttivo e porto. Le aree di azione del Centro saranno quelle della Cyber security, in ragione della progressiva digitalizzazione del sistema paese e del sistema produttivo; della Safety, strettamente connessa alla sicurezza nel trasporto e delle infrastrutture di mobilità; e infine della Security connessa alla movimentazione di persone. Settori nei quali Softeco può portare importanti contributi con le sue tecnologie abilitanti (PersonalBus, Virtus, GeoGuardAnastacia).

Cosa sono i Competence Center

La costituzione dei “Centri di competenza ad alta specializzazione” è stata prevista nell’ambito del Piano nazionale Industria 4.0 per favorire l’incontro tra l’offerta di ricerca “custodita” nelle università italiane e la domanda di innovazione delle imprese.  Il Competence Center di Genova è stato selezionato dal Ministero per lo Sviluppo Economico per sostenere il rilancio economico imperniato sullo sviluppo e l’utilizzo delle nuove tecnologie Industria 4.0. “Start 4.0” avrà a disposizione risorse per 11,5 milioni di euro in tre anni, 15 linee di sviluppo progettuale, 37 aziende, di cui 24 PMI, attori istituzionali, dal CNR capofila all’Istituto Italiano di Tecnologia all’Università di Genova, dalla Camera di Commercio a Confindustria Genova.

La funzione di Start 4.0

I centri di competenza dovranno svolgere attività di orientamento e formazione alle imprese nonché di supporto nell’attuazione di progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale finalizzati alla realizzazione, da parte delle imprese fruitrici, in particolare delle Pmi, di nuovi prodotti, processi o servizi (o al loro miglioramento) tramite tecnologie avanzate in ambito Industria 4.0.