Il Consiglio di Amministrazione di TerniEnergia, smart company quotata sul mercato telematico azionario (MTA) di Borsa Italiana e parte del Gruppo Italeaf, e il Consiglio di Amministrazione di Softeco Sismat Srl, digital company del Gruppo, hanno approvato – in data odierna – la proposta di fusione per incorporazione della Società interamente controllata Softeco Sismat Srl nella controllante TerniEnergia S.p.A., nonché il relativo progetto di fusione (di seguito anche la “Fusione”).

Finalità della fusione

L’operazione approvata rappresenta una delle iniziative mirate ad un miglioramento dell’efficienza della gestione da attuarsi nell’ambito del Piano di Risanamento e Rilancio del Gruppo TerniEnergia 2018-2022. Attraverso la fusione si avvierà la fase cruciale di turnaround industriale e operativo del Gruppo, che ha come obiettivo quello di completare il processo di rafforzamento delle attività comprese nel perimetro del comparto “IT e Digital”, riducendo quelle ad alta intensità di capitali del segmento “Utility Rinnovabili”. Sarà, così, possibile dare vita a una “one smart company” con un core business fortemente focalizzato su attività a maggior valore aggiunto nella smart energy e nella digital transformation per i settori delle reti e dell’efficienza energetica, dei trasporti e della mobilità, dell’industria ambientale e delle smart cities, nonché sulle attività tecnologiche e industriali del settore energetico. La Società post-fusione avrà, quindi, l’identità di abilitatore tecnologico per consentire ai propri clienti di affrontare in maniera ottimale la transizione energetica e la trasformazione digitale, con servizi e soluzioni valorizzate dall’integrazione tra le competenze tecnologiche e informatiche di Softeco Sismat e quelle industriali, di sviluppo impiantistico, di asset management nei settori delle energie rinnovabili e dell’ambiente di TerniEnergia. La Società, più efficiente e più sostenibile e quindi nella posizione di generare valore da questa evoluzione, potrà focalizzarsi sul business delle soluzioni innovative, che consentono la valorizzazione delle potenzialità offerte – in un quadro di radicale cambiamento – dall’Information Technology e dalla trasformazione digitale (One smart company).
Dal punto di vista organizzativo, si ritiene che la fusione consentirà di ottimizzare i processi decisionali e migliorare l’utilizzazione e la valorizzazione delle risorse e competenze attualmente esistenti nelle Società partecipanti alla fusione che, attraverso l’accorpamento delle attività in un unico soggetto giuridico, porterà ad un miglioramento dell’efficienza gestionale (societaria, contabile ed amministrativa), alla realizzazione di sinergie e alla riduzione dei costi complessivi, evitando la duplicazione di talune attività su due distinte entità giuridiche, con una conseguente maggiore razionalizzazione dei costi.