Portare nel mondo delle ispezioni aeree un sistema completamente automatizzato, che consenta di ridurre al minimo la post produzione delle analisi termografiche, multispettrali e visive e permettere ai tecnici di effettuare le valutazioni sui risultati senza dover condurre lunghe e complesse attività di estrazione e interpretazione dei dati. È questo l’importante risultato che Softeco ha conseguito sviluppando per la startup Sundrone il software proprietario PV Inspector, utilizzato in esclusiva dalla società per le attività di manutenzione e ispezione di grandi impianti fotovoltaici.

Acquisizione strategica per aumentare le competenze

Proprio per incrementare la propria specializzazione tecnologica nel settore della gestione intelligente degli impianti, Softeco ha portato a termine un’operazione straordinaria salendo (con l’acquisizione di un ulteriore 19% delle quote azionarie) al 59% del capitale sociale di Sundrone Srl, società nata all’interno del polo industriale di Nera Montoro in Umbria, dove opera la capogruppo TerniEnergia. Grazie a questa acquisizione strategica, Softeco potrà verticalizzare la sua attività nei settori dell’asset management e dell’operation and manteinance, integrando la tecnologia software sviluppata nei propri laboratori con le soluzioni IaaS (Inspection as a Service) che Sundrone propone sul mercato.

Un track record di esperienze molto rilevante

Softeco e Sundrone, infatti, potranno proporre a un mercato emergente come quello delle ispezioni aeree con droni, i risultati raggiunti in questi ultimi mesi, dove è stato possibile sperimentare PV Inspector su un portafoglio di impianti curato da TerniEnergia e che conta, complessivamente ben 283 MW di centrali di produzione di energia solare, in proprio e per conto terzi anche a livello internazionale.

I vantaggi di PV Inspector e delle ispezioni con i droni

PV Inspector, integrandosi con i sistemi aerei a pilotaggio remoto e con sensori hi-tech per la rilevazione visiva, termografica e multispettrale, permette di effettuare rilievi e ispezioni su grandi impianti fotovoltaici riducendo i tempi di cattura dei dati e di elaborazione degli stessi. La soluzione software completamente automatizzata di imaging analysis, restiuisce – infatti – dati digitali che evidenziano già le criticità degli impianti, come hotspot, pannelli e stringhe malfunzionanti o sottoperformanti, o perdite di efficienza. Il servizio, che può essere svolto anche su aree problematiche e urbanizzate, permette la prevenzione e l’individuazione di guasti degli impianti, aumentando l’efficienza economica dei servizi di O&M, il rendimento finanziario degli stessi impianti e riducendo i tempi di svolgimento delle operazioni.

Comunicato stampa