Progetto IMOVE per la mobilità intelligente

Softeco Sismat, digital company del Gruppo TerniEnergia, sarà  alla guida del progetto di ricerca IMOVE (Unlocking Large-Scale Access to Combined Mobility through a European MaaS Network), co-finanziato nell’ambito del programma comunitario Horizon 2020 e finalizzato alla sperimentazione e validazione del modello Mobility-as-a-Service (Maas), tramite la realizzazione di progetti pilota in diverse città  e regioni Europee. Il progetto ha un costo complessivo di circa 3,7 milioni di Euro interamente finanziati dall’Unione Europea. Il finanziamento concesso dall’ UE a Softeco è pari a Euro 0,9 milioni.

Softeco Sismat ricopre,  il ruolo di coordinatore di un consorzio di 14 partner provenienti da 8 paesi Europei, tra cui primari enti di ricerca, le città  di Berlino, Gothenburg, Manchester e Torino, UITP, l’Associazione Internazionale delle Autorità  e degli Operatori del Trasporto Pubblico. Il progetto avrà  una durata di 30 mesi.

Oltre alla conferma delle qualità  di leading player europeo per la ricerca e innovazione nel settore della mobilità  sostenibile, Softeco Sismat, grazie ad IMOVE, potrà  consolidare il proprio vantaggio competitivo e sviluppare ulteriormente la capacità  di offerta nell’ambito delle tecnologie ICT e delle soluzioni as-a-service per la mobilità  sostenibile, un segmento di mercato nel quale Softeco vanta già  un’articolata proposizione di soluzioni e un’area di crescente interesse per gli operatori della mobilità  e le amministrazioni impegnate nello sviluppo di soluzioni per la smart city.

La Mobility-as-a-Service (MaaS) rappresenta un modello emergente di erogazione di servizi per una mobilità  smart, personalizzata e sostenibile, nell’ambito del quale l’offerta di trasporto per il cittadino integra diversi operatori e fornitori di servizio, servizi pubblici e privati, collettivi e individuali, modalità  sostenibili quali la mobilità condivisa e la mobilità  elettrica. Il servizio viene offerto nella forma di “package di mobilità” personalizzati e adattati alle necessità  di spostamento, fruibili secondo modelli diversi – dall’abbonamento flat, al carnet di servizi, al pay-per-use – in funzione delle esigenze e degli interessi degli utenti.