Nuova istallazione Geoguard a Bonassola

GeoGuard è un servizio innovativo end-to-end per il monitoraggio Geodetico ed Ambientale di precisione e continuo delle infrastrutture critiche e dei rischi naturali.

Le installazioni rientrano nel progetto europeo BRIGAID per l’innovazione nella lotta ai cambiamenti climatici e agli eventi metereologici estremi in Europa.

Il progetto BRIGAID si pone l’obiettivo di lavorare su temi dell’innovazione nelle strategie di adattamento al cambiamento climatico, con particolare attenzione al rischio da alluvioni, siccità ed eventi naturali estremi.

Il progetto è finanziato dalla Comunità Europea con 8 milioni di euro nell’ambito del Programma Quadro Europeo per la Ricerca e l’Innovazione, noto come Horizon 2020. E’ partito nel 2016 e ha la durata di 4 anni.

Fanno parte del progetto la spin-off del Politecnico di Milano GRED insieme a Softeco in qualità di partner tecnologico, l’Università di Bologna , le società D’Appolonia SpA e Thetis SpA  assieme a qualificati partners provenienti da 11 paesi europei.

Il progetto, che ben si inquadra tra gli obiettivi degli accordi sul clima sottoscritti nel dicembre 2015 a Parigi in occasione di COP21, intende creare un più stretto legame tra i soggetti che creano innovazione e i potenziali utilizzatori delle stesse (istituzioni, comunità, imprese etc.) attraverso lo sviluppo di metodologie di testing, la fornitura di campi e laboratori di prova, l’analisi di mercato e l’analisi dell’impatto sociale delle innovazioni nonché la redazione di piani di business per le proposte innovative più meritevoli.

La qualificata presenza nel progetto BRIGAID del mondo della ricerca e delle società d’ingegneria italiane da anni impegnate a livello nazionale ed internazionale nel campo delle tecnologie ambientali, dimostra come risulti possibile e vincente per il mondo scientifico e imprenditoriale italiano fare ”Sistema” in un mercato sempre più complesso e competitivo.